L’Inps amplia le modalità di richiesta del Reddito e della Pensione di Cittadinanza. Un’ulteriore misura adottata per fronteggiare l’emergenza sanitaria Covid-19, evitando gli spostamenti delle persone.

Reddito e Pensione di cittadinanza: la comunicazione dell’Inps

Con la circolare  n. 1681 del 20 aprile 2020, l’Inps comunica le nuove modalità di accesso al Reddito e Pensione di cittadinanza. Questo dovuto al particolare momento e al fine di limitare gli spostamenti dei consumatori per meglio fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID-19. Da questo momento le domande per i due sussidi possono essere presentate anche attraverso il sito istituzionale dell’Inps.

Quale sono le modalità per presentare domanda?

Fino adesso, le domande potevano essere presentate:

tramite Poste Italiane S.p.A;

accedendo, tramite SPID, al sito redditodicittadinanza.gov.it;

ai centri di assistenza fiscale (caf);

presso i patronati.

Con la nuova circolare Inps, i consumatori potranno presentare la richiesta dei due sussidi attraverso anche il sito web dell’Istituto di Previdenza.

Come è possibile presentare domanda?

Il servizio è raggiungibile nella sezione “Reddito di cittadinanza/Pensione di cittadinanza” del sito Inps. Come per tutte le richieste di prestazione, occorre autenticarsi con PIN dispositivo oppure SPID, o ancora con Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta di Identità Elettronica (CIE).

Il richiedente deve essere in possesso di attestazione ISEE valida o deve aver già presentato la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) al momento della domanda di prestazione. I dati e le dichiarazioni di responsabilità richiesti sono quelli previsti dal consueto modulo di domanda RdC/Pdc.