I ricercatori di Upstream hanno individuato oltre 29.000 app pericolose nel primo quadrimestre del 2020. Tra le più pericolose c’è Snaptube, app che attiva servizi in abbonamento. Ecco cosa fare

Upstream è una delle aziende leader nel settore della cybersicurezza e offre a molti operatori telefonici una piattaforma per proteggerli da attacchi hacker e da truffe. Questa piattaforma si chiama Secure-D e registra tutti i tentavi di frode che i consumatori subiscono ogni giorno sui smartphone android. E i dati di questi primi mesi del 2020 sono inquietanti, nonostante lo scoppio di una pandemia globale che in teoria avrebbe dovuto rallentare il lavoro degli hacker.

Smartphone Android: l’indagine di Upstream

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, il numero di app pericolose che nascondono virus è raddoppiato, raggiungendo quota 29.000. Mentre il numero di truffe è aumentato del 55%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (sono stati bloccati in totale 290 milioni di tentativi di truffa in tutto il Mondo, compresa l’Italia). Dai dati raccolti da Secure-D, una delle app più pericolose per i consumatori  è Snaptube, un’applicazione presente su gli smartphone android che permette di scaricare video dal web, ma che in realtà attiva servizi a pagamento per decine di euro.

Ecco le app pericolose da cancellare subito dallo smartphone Android

Il report di Upstream offre degli spunti molto interessanti. Nove delle dieci app più pericolose scoperte in questo inizio di 2020 sono presenti, o lo sono state per un breve periodo, sul Google Play Store.

app pericolose

Cosa vuol dire questo?

Che da un lato gli hacker sono sempre più abili nello sfruttare le falle di sicurezza e dall’altro che il Google Play Protect, il sistema di sicurezza sviluppato dall’azienda di Mountain View per proteggere il Play Store dalle app fraudolente ha dei problemi, non è efficiente.

I ricercatori di Upstream hanno anche individuato quali sono le categorie di app più pericolose:

  • editor di video e foto (soprattutto quelli gratuiti che promettono funzioni premium)
  • news e magazine
  • app social
  • videogame.

Non è un caso che si tratta delle categorie più ricercate dai consumatori in questo periodo di lockdown in cui si è stati costretti a restare chiusi in casa.

I consigli per difendersi dai virus sui smartphon android

Al momento Snaptube non è presente sul Google Play Store, ma resta disponibile per il download su altri store di terze parti. Il nostro consiglio è di eliminarla il prima possibile dallo smartphone android nel caso in cui l’abbiate installata.

I pericoli, però, possono nascondersi in qualsiasi applicazione. L’U.Di.Con ricorda ai consumatori di installare sempre un antivirus Android e di scaricare solamente applicazioni di cui siete sicuri. Controllate sempre le recensioni e diffidate dalle app con giudizi troppo positivi: sono falsi.