L’Inps attraverso la circolare n.44 del 24 marzo 2020 ha specificato tutte le modalità per ottenere il bonus

A quanto ammonta il bonus?

Il bonus è di 600 euro può essere chiesto in alternativa al congedo parentale dai genitori lavoratori di figli fino a 12 anni di età. L’importo sale a 1.000 euro per il personale sanitario, per le forze dell’ordine e per il personale impiegato per le esigenze connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Chi può richiederlo?

Possono richiedere il bonus:

i lavoratori del settore privato e alcuni comparti della Pubblica amministrazione;

lavoratori autonomi non iscritti all’Inps (ad esempio agli iscritti alle casse dei professionisti).

in caso di genitori separati, il contributo spetta a quello con il quale il figlio convive: bisognerà in presentare un’autocertificazione.

Cosa succede in caso in cui ci sono più figli?

E’ precisato che la misura del bonus è unica per famiglia. Nella fattispecie, se ci sono due figli fino a 12 anni di età, si possono presentare due domande da 300 euro l’una o, da 500 euro l’una nel caso dei lavoratori che possono arrivare fino a 1.000 euro.

Da quando parte il limite dei 12 anni d’età?

Il limite dei 12 anni d’età va considerato dal 5 marzo 2020, il giorno in cui sono state chiuse le scuole. Quindi il bonus può essere riconosciuto se al 5 marzo il bambino non aveva ancora compiuto i 12 anni. Tutto ciò non si applica in presenza di handicap grave.

Quando è possibile presentare domanda?

Sarà possibile presentare domanda non appena l’Inps rilascerà un ulteriore circolare con la tempistica. Bisogna sottolineare che per le domande arrivate varrà l’ordine cronologico della presentazione, in quanto i fondi non solo illimitati.

Le modalità di presentazione

La richiesta del bonus dovrà essere presentata scegliendo tra 3 diverse modalità:

  • applicazione web disponibile sul sito istituzionale dell’Inps, seguendo il percorso «prestazioni e servizi», «Tutti i servizi», «Domande per prestazioni a sostegno del reddito», «Bonus servizi di baby sitting»;
  • chiamando il numero verde 803164 o lo 06/164164;
  • attraverso i patronati (servizio gratuito).

Come si utilizzerà?

Per poter utilizzare il bonus sarà necessario avere il libretto famiglia. Quindi, uno dei due genitori si dovrà registrare sulla piattaforma delle prestazioni occasionali dell’Inps. Il bonus da 600 euro si tradurrà in voucher virtuali da 10 euro di valore l’ora o suoi multipli. La baby sitter per riscuotere il voucher, attraverso la procedura telematica, dovrà indicare l’intenzione di usufruire del bonus “Covid-19”.