Più che un’operazione internazionale di smantellamento di armi chimiche, assomiglia ad una scena di attacco marittimo ai tempi della guerra – con queste parole il Presidente Nesci commenta l’arsenale che sta puntando verso le coste italiane, con destinazione porto di Gioia Tauro – un vero e proprio esercito che non ha davvero nulla dell’intervento di routine di cui si parlava, tutto ciò naturalmente non fa altro che creare ancora più sospetto tra i cittadini e le amministrazioni comunali dell’area interessata che ora si estende fino alle coste siciliane.