Secondo i dati diffusi dall’Agenzia per l’Italia Digitale (o AgID), la Posta Elettronica Certificata risulta utilizzata maggiormente dagli italiani.

Cresce il numero di privati che utilizzano la Posta Certificata

Nonostante la PEC sia obbligatoria per aziende e professionisti, cresce infatti il numero di privati consumatori che hanno attivato una casella di Posta Elettronica Certificata e che la utilizzano quotidianamente.

I numeri della PEC nel 2019

Secondo quanto comunicato AgID, la posta certificata cresce sia dal punto di vista del numero di caselle attive (+15% circa rispetto a quelle del 2018) sia da quello dei messaggi inviati (+30% circa rispetto al 2018). Nello specifico, le caselle PEC attive sono 10,8 milioni (in crescita di un milione rispetto ai dati dell’anno precedente), mentre i messaggi inviati sono 2,38 miliardi (540 milioni in più rispetto ai dati 2018), con una media di 6,5 milioni al giorno.

Perché sono incrementati i privati nell’utilizzo della PEC?

I privati che decidono di aprire una casella di Posta elettronica certificata sono incrementati per vari motivi. Tra i motivi maggiori abbiamo un utilizzo in alternativa economica alla classica raccomandata A/R. La Posta certificata è anche ecologica in quanto abbatte il consumo di carta. Infatti, non ci sarà bisogno di stampare documenti da inviare in forma cartacea e la produzione di smaltire i rifiuti di toner o le cartucce delle stampanti.

Che valore ha la PEC?

La posta certificata ha lo stesso valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno e può dunque sostituirla in tutto e per tutto. Con la PEC si possono inviare comunicazione agli enti della Pubblica Amministrazione, partecipare a concorsi pubblici, inviare disdetti a contratti per servizi di vario genere.