“Lunghi tempi di attesa nelle sale d’aspetto così come negli uffici di presidenza: questo il punto forte del settore sanitario laziale che a fatica riesce a soddisfare le richieste dei malati e degli enti, i quali cercano, invano, di trovare risposte ad una situazione arrivata al limite. – afferma il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con., Denis Nesci – Il servizio offerto delle strutture ospedaliere peggiora di mese in mese, eppure la Regione continua a prender tempo trovando qualsiasi pretesto pur di riviare ad un problema che, ricordiamo, riguarda la salute di tutti i cittadini che confidano nell’attività di tutela e denuncia delle associazioni consumatori, portavoce dei loro interessi”.