A partire dal 1° luglio 2024, il mercato tutelato dell’energia elettrica per i clienti non vulnerabili cesserà di esistere. Questa transizione comporta cambiamenti significativi per milioni di utenti italiani nel settore dell’energia elettrica.

La fine del regime di maggior tutela implica che i consumatori non vulnerabili attualmente nel mercato tutelato dovranno effettuare una scelta. Coloro che non avranno optato per un’offerta nel mercato libero entro il 30 giugno saranno automaticamente trasferiti al Servizio a Tutele Graduali.

È importante notare che i clienti vulnerabili non sono soggetti a questo cambiamento. Questa categoria include persone over 75, percettori di bonus elettrico o beneficiari della legge 104, utilizzatori di apparecchiature mediche salvavita elettriche, e residenti in zone colpite da calamità o in isole minori non interconnesse. Questi utenti potranno continuare a usufruire del regime di tutela.

Il Servizio a Tutele Graduali avrà una durata di circa tre anni, fino al 31 marzo 2027. Le tariffe saranno indicizzate all’andamento dei prezzi delle materie prime e i consumatori saranno assegnati a fornitori selezionati tramite aste territoriali. Si prevede uno sconto di circa 100 euro rispetto all’attuale prezzo del mercato tutelato.

Per i consumatori che intendono passare al mercato libero, si consiglia di confrontare attentamente le offerte di diversi fornitori, considerando sia tariffe fisse che variabili, e valutando le proprie abitudini di consumo. È inoltre opportuno verificare la presenza di eventuali servizi aggiuntivi o vincoli contrattuali.

Un’informazione cruciale riguarda gli utenti attualmente nel mercato libero che desiderano rientrare nella maggior tutela. Questi consumatori hanno tempo fino al 30 giugno 2024 per effettuare la richiesta di rientro nel Servizio di Maggior Tutela di energia elettrica. Dal 1° luglio, verrà loro applicata la tariffa del Servizio a Tutele Graduali dal rispettivo fornitore. Per effettuare questa richiesta, è possibile consultare il sito dell’ARERA (https://www.arera.it/consumatori/fine-tutela-ele/rientro-in-maggior-tutela-prima-della-scadenza-del-1-luglio), identificare l’operatore di Maggior Tutela del proprio comune e seguire le istruzioni indicate, oppure contattare direttamente il fornitore individuato.

È fondamentale sottolineare che non ci saranno interruzioni nella fornitura di energia durante questa transizione. Inoltre, i consumatori manterranno il diritto di cambiare fornitore in qualsiasi momento, anche dopo il 1° luglio. Il passaggio al mercato libero o al Servizio a Tutele Graduali non comporta costi per l’utente.

Si raccomanda cautela nei confronti di possibili tentativi di truffa. È consigliabile diffidare di offerte eccessivamente vantaggiose o di pressioni per sottoscrivere contratti immediati. Si sconsiglia di fornire dati personali o del contatore a soggetti non identificati.

Data l’imminenza della scadenza, si invitano i consumatori a verificare tempestivamente la propria situazione contrattuale e a prendere una decisione informata. Per assistenza o chiarimenti, è possibile contattare il nostro ufficio che fornisce supporto in questo processo di transizione.

 

 

Foto di Joe da Pixabay

As Seen On
I commenti sono chiusi.