Roma, 21/05/2020 – “Abbiamo deciso di scrivere al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte ed al Ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, per sollecitare l’erogazione dei sussidi e delle indennità presenti nel decreto legge Cura Italia – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – i disagi causati agli utenti da questi ritardi sono innumerevoli e se in un primo momento potevamo dare per buone le scuse dovute alle tante richieste, ora non siamo disposti ad assecondare questo stato delle cose. Le famiglie che sono in possesso dei requisiti per ricevere sussidi o indennità è ancora in attesa – continua Nesci – e non stiamo parlando di qualche centinaio di cittadini, ma di una grande percentuale di coloro che ne hanno fatto richiesta. Ci sono utenti che a seguito della chiusura delle aziende non ha percepito né lo stipendio né la cassa integrazione. Molte famiglie italiane in queste condizioni non sanno come pagare i beni di prima necessità o le utenze domestiche, per fare due esempi. Se facciamo poi riferimento alla cassa integrazione in deroga, sostanzialmente non l’ha percepita nessuno. Chiediamo che vengano sbloccate tutte le situazioni sopramenzionate per permettere agli utenti il superamento di questo periodo di forte crisi – conclude Nesci – non solo, vogliamo che oltre al sussidio o all’indennità, vengano riconosciuti degli interessi di legge dalla data del diritto alla data del soddisfo”.