Se è vero che la legge non ammette ignoranza, è pur vero che la comunicazione relativa al cambiamento rivoluzionario di una tematica tanto delicata, come quella dei documenti di riconoscimento, merita una diffusione tale da tappezzare letteralmente il Paese. 
Le notizie ufficiali apparse in merito alla nuova normativa dell’Ue, che introduce delle sostanziali modifiche per ciò che concerne l’espatrio dei minori all’estero, è passata “in sordina” a causa della scarsa attenzione degli operatori e istituzioni che operano nel settore turistico.