Con la corsa inarrestabile del petrolio, anche la fattura energetica vola: nel 2008 arriverà a 70 miliardi con gli inevitabili riflessi sulle tariffe di luce e gas: per queste si preparano aumenti che da luglio potrebbero pesare per altri 51 euro l’anno sulle famiglie italiane. A stimare gli aumenti in bolletta è il Rie (Ricerche industriali ed energetiche), secondo cui da luglio il metano crescerà del 3,9%, per un aggravio annuo di circa 40 euro, e l’elettricità aumenterà di circa il 2,5% (+11 euro). Aumenti che, sommati a quelli già scattati a ottobre 2007 (+36 euro), a gennaio 2008 (+42 euro) e aprile 2008 (+58 euro), portano in un anno a un totale di circa 190 euro in più. Deciderà l’Autorità per l’energia e il gas a fine di giugno. Allarme dei consumatori che lanciano l’allarme: con gli aumenti di riscaldamento (175 euro) e carburanti (280 euro), l’aggravio annuo per le famiglie derivante dal caro-petrolio  secondo le associazioni  sarà di almeno 650 euro.

As Seen On
I commenti sono chiusi.