L’U.Di.Con (Unione difesa dei consumatori) sostiene la scelta da parte  del Ministro della Salute di prorogare al 31 dicembre 2008 il termine previsto per continuare ad applicare le misure di protezione e sorveglianza contro l’influenza aviaria e garantire quindi la salvaguardia dello stato sanitario del patrimonio avicolo nazionale e comunitario.

 Le disposizioni prevedono che gli operatori che intervengono nella fase di macellazione e di sezionamento e i soggetti che importano nel territorio italiano animali vivi da macellare, o carni fresche da sezionare o già sezionate da commercializzare, debbano riportare in etichetta le informazioni necessarie a ripercorrere con esattezza la storia dell’animale. Secondo l’U.Di.Con “le disposizioni in materia di etichettatura e, in particolare, l’obbligo di indicare l’origine della carne, rivestono un’importanza fondamentale, in quanto, garantendo la completa tracciabilità del prodotto, agevolano il sistema dei controlli e tutelano la salute dei consumatori ed il loro diritto alla corretta informazione, che si sostanzia nella trasparenza delle indicazioni riportate in etichetta”.