Roma, 21/05/2021 – Cambia in fretta il modo di vedere le cose e se prima sembrava che in tema ambientale l’economia dovesse essere focalizzata su una strategia lineare, negli anni si è capito come l’unico modo per salvaguardare l’ambiente potesse essere quello di un approccio circolare. Le Associazioni dei Consumatori ACU, Adoc, Adusbef, Adiconsum, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa Del Consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, CODICI, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa Del Cittadino, Udicon, Unione Nazionale Consumatori, in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa hanno elaborato la “Carta del consumo circolare”, proprio per contribuire alla svolta green del Paese.
“Abbiamo il dovere di far diventare ogni piccola scelta quotidiana di tutti i cittadini, una scelta sostenibile. Dobbiamo soprattutto fare in modo che venga compresa l’importanza di queste scelte – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – non possiamo più permetterci di sorvolare sulle condizioni del nostro pianeta, deteriorato proprio dalle nostre pessime abitudini. Per questo motivo, partiremo dalla Carta del Consumo Circolare per raccontare l’importanza che ognuno di noi può avere in questo senso e struttureremo delle attività specifiche per arrivare a sensibilizzare ed informare quanti più consumatori possibili” – conclude Nesci.

I commenti sono chiusi.