Roma, 20/05/2021 – “È con viva soddisfazione che apprendiamo che il Governo ha riformulato la proposta di modifica dell’art. 26 del decreto-legge 76/2020, relativo alle notifiche digitali degli atti da parte della Pubblica amministrazione, accogliendo, in parte, i nostri rilievi per le notifiche a mezzo posta che non riguardano avvisi e atti in materia tributaria – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – resta fermo il nostro impegno per la tutela dei diritti dei consumatori. È necessario, infatti, che anche i contribuenti che sinora ricevevano gli atti tributari attraverso il messo debbano essere tutelati dalle usuali e dovute garanzie di notificazione. Chiediamo quindi al Governo, dopo questa battaglia vinta un ulteriore intervento in tal senso. Per questo motivo continueremo a monitorare una situazione che ci sembra quasi paradossale da sottolineare ma – conclude Nesci – non ci piace lasciare nulla al caso, figuriamoci quando in testa ci sono e ci potrebbero essere gravi problemi per gli utenti italiani”.

I commenti sono chiusi.