Il Movimento difesa del cittadino (MDC) ha dato il via ad una nuova campagna informativa Il default, se lo conosci lo eviti!, insieme ad Unione per la Difesa dei Consumatori (U.Di.Con), ed in collaborazione con UniCredit, nell’ambito di “Noi&Unicredit” (partnership fra la banca e 14 associazioni dei consumatori di rilevanza nazionale avviata nel 2005 per accrescere la trasparenza sostanziale e favorire scelte consapevoli e sostenibili da parte dei consumatori).

Il progetto, che si inserisce in un percorso che vede le due associazioni impegnate da anni nella diffusione di una cultura di informazione e assistenza finanziaria, nonché nella consulenza su temi di sovraindebitamento ed esdebitamento (L. 3/2012), anche con il supporto di importanti istituiti bancari quali UniCredit e di campagne mirate sui canali social e media delle AACC partner e di Help Consumatori (HC), si propone di sensibilizzare i cittadini rispetto alle novità introdotte dalle nuove disposizioni europee in materia di classificazione delle controparti inadempienti e alle loro conseguenze per aiutarli ad attivare azioni volte ad evitare, quanto più possibile, il verificarsi di situazioni di default.

Dal 1 gennaio 2021, infatti, sono entrate in vigore le nuove regole per la definizione di “controparte inadempiente”, introdotte dall’Autorità Bancaria Europea, tese ad uniformare i comportamenti degli istituti di credito dei paesi dell’UE, che prevedono l’applicazione di criteri più rigorosi.

Basteranno arretrati di pagamento o sconfinamenti protratti per oltre 90 giorni consecutivi di importo superiore a 100 euro per i privati e 500 euro per le imprese e superiori pari all’1% delle esposizioni totali, per essere classificati come inadempienti, e quindi in “default”.

 

Pertanto, con l’obiettivo di sensibilizzare gli utenti – già provati dalla crisi legata alla pandemia – rispetto alle novità introdotte e alle loro conseguenze e all’importanza di onorare con puntualità le scadenze di pagamento previste contrattualmente e il piano di rimborso dei propri debiti, il progetto ha previsto la produzione del decalogo “Il default lo conosci davvero? Le 10 cose da sapere per evitare il default”. Il decalogo sintetizza, con linguaggio semplice e non tecnico per facilitare la fruizione e la comprensione di tutti i cittadini, le novità normative, le modalità operative con le quali le banche devono procedere alla classificazione di default e le relative conseguenze, nonché le azioni e gli accorgimenti che il cliente può porre in essere per evitare di cadere in default o per ritornare in bonis, in caso di classificazione. Il documento è disponibile in un formato PDF accessibile a ipovedenti e non vedenti.

 

Con il decalogo, quindi, MDC vuole fornire uno strumento utile e pratico per tutti i cittadini che consenta loro di anticipare il verificarsi di situazioni di default ovvero a fronteggiare criticità finanziarie, prima che le stesse portino a disastrose conseguenze personali, familiari e sociali.