Ogni genere di proposta commerciale, ovviamente va valutata in modo attento, con spirito critico, per evitare di incappare in cattive sorprese che, con una valutazione meno superficiale, è facile evitare. Le virtù decantate dalle pubblicità e dalle inserzioni sono naturalmente esaltate, e i difetti delle varie proposte sono  occultati e non compaiono minimamente: è compito del consumatore smascherarli e avere la capacità di decidere se un prodotto di qualunque natura possa davvero interessargli o meno, e se il prezzo richiesto sia adeguato alla prestazione offerta.
Una categoria molto particolare è quella rappresentata dalle inserzioni relative alle agenzie matrimoniali: queste presentano spesso delle insidie sottili che difficilmente traspaiono. Innanzitutto il contratto stipulato al di fuori dei locali commerciali permettono al consumatore di recedere gratuitamente entro 10 giorni, e a questa schiera appartengono, molto spesso, quelli messi in atto con le agenzie matrimoniali. Il soggetto che stipula il contratto spera di ricevere una proposta di incontro subito: se le mediazioni avvengono entro 10 giorni, e il consumatore sceglie di recedere, deve comunque pagare per intero queste mediazioni. I piccoli aspetti a cui porre attenzione sono davvero innumerevoli, per cui è davvero importante non tralasciare neanche un piccolo dettaglio. L’amore è cieco, ma gli innamorati non possono permettersi di esserlo.