Roma, 17/12/2019 – “Da anni chiediamo l’introduzione del trasporto ferroviario regionale nelle conciliazioni paritetiche – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – e siamo soddisfatti di alcuni punti chiave emersi ieri mattina. In particolare, siamo felici del fatto che sia presente in agenda per il nuovo anno, l’attivazione delle conciliazioni paritetiche anche sulle tratte regionali, fino ad oggi escluse, nonostante siano alcuni anni che sollecitiamo quest’attivazione. Le conciliazioni paritetiche sono degli strumenti molto importanti che permettono ai cittadini di risolvere in via stragiudiziale le controversie esistenti con varie aziende e Trenitalia è una di queste che fino ad ora ha incluso solo le tratte delle Frecce – continua Nesci – abbiamo sempre avuto numerose richieste da parte dei nostri associati e sapere che, finalmente, sono state prese in considerazione ci fa molto piacere e ci auguriamo che ci sia una forte svolta nell’anno nuovo. Speriamo che vengano concretamente attivate al più presto e che non diventino un fuoco di paglia come tante altre cose, perché sono degli strumenti validi che vanno incontro ai bisogni ed ai diritti dei cittadini. In qualità di associazione che tutela i diritti degli utenti – conclude Nesci – attendiamo i futuri sviluppi e speriamo che Trenitalia metterà in atto misure davvero concrete per far fronte alle richieste dei viaggiatori che sorgono a causa dei loro disservizi, soprattutto sulle tratte regionali”.