VACANZE A QUATTRO ZAMPE: COME AFFRONTARLE AL MEGLIO


click 56 Stampa


Andare in vacanza col proprio animale domestico è sempre più facile. Se fino a qualche anno fa infatti si preferiva lasciarlo in un ricovero o presso un conoscente/parente, una sempre crescente attenzione da parte delle strutture alberghiere fa si che portare il proprio amico peloso con sé non rappresenti più un’impresa – prima di partire, però, è bene tenere a mente alcuni piccoli accorgimenti, al fine di evitare brutte sorprese e di sottoporre l’animale a stress eccessivo.

Innanzitutto sarebbe opportuno verificare sempre prima di prenotare che la struttura ricreativa abbia spazi e attrezzature apposite per animali; internet offre diversi portali dedicati allo scopo, ma è sempre bene chiamare direttamente la destinazione, al fine di fugare ogni dubbio.

Se viaggiate all’interno dell’Unione Europea, assicuratevi che il vostro animale sia in possesso del passaporto europeo, che certifica la vaccinazione contro la rabbia e gli altri eventuali trattamenti antiparassitari che potrebbero essere previsti nel Paese di arrivo. In valigia non dimenticate nemmeno di mettere oggetti o giocattoli familiari che possano far sentire l’animale a proprio agio, ciotole per pasti e acqua, kit di pronto soccorso, utensili per l’igiene e guinzaglio e museruola.

Se avete previsto degli spostamenti in auto, è preferibile far partire il vostro pet a stomaco vuoto e prevedere soste ogni ora e mezza per evitare che si disidrati e per permettergli di sgranchirsi un po’; in aereo, treno o traghetto controllate quale sia la policy delle singole compagnie su obblighi particolari o sovrapprezzi. In ogni caso, ricordate che il caldo è il nemico peggiore degli animali, quindi evitate di esporli a calore eccessivo.

In ultimo, cercate un veterinario nei dintorni del vostro alloggio; vi auguriamo non serva, ma è sempre meglio farsi trovare preparati nel caso il vostro piccolo amico dovesse accusare problemi.



08/08/2019