UNA BOTTIGLIA PER UN GELATO


click 120 Stampa


Negli ultimi tempi stanno, fortunatamente, fiorendo sempre più iniziative che si ripromettono di tenere pulito o ripulire l’ambiente, tanto in città quanto nei luoghi di villeggiatura, che per natura sono particolarmente fragili e soggetti ad inquinamento dovuto, purtroppo, a turisti disattenti o superficiali.

E se in città come Roma è già possibile utilizzare bottigliette di plastica per accumulare credito da spendere in biglietti per il trasporto pubblico, in Sardegna hanno deciso che i rifiuti possono essere utilizzati come “moneta” per acquistare gelati.

Durante la settimana a cavallo di Ferragosto, infatti, sarà possibile occupare parte dell’ora dell’aperitivo raccogliendo i rifiuti presenti sui litorali in un apposito secchiello, disponibile presso i chioschi, riempito il quale si avrà in cambio una coppetta gelato, con tre gusti a scelta.

Le spiagge aderenti all’iniziativa sono:

San Pietro a Valledoria – Chiosco l'Onda
Li Feruli a Trinità d'Agulto – Chiosco La Rena

Ira di Porto Rotondo – Chiosco Ale Summer
Terza Spiaggia a Porto Istana – Bar Atacama
Baia Cea Tortolì – Chiosco Mari di Cea

Sarà possibile partecipare alla raccolta dal 12 al 18 agosto, dalle ore 18 alle 20.

Come spiegato dal fondatore dell’azienda produttrice del gelato, questa iniziativa ha il doppio scopo di promuovere sia un maggior impegno per tenere l’ambiente pulito, sia i prodotti locali; il gelato, infatti, è realizzato utilizzando le materie prime della Sardegna e confezionato usando materiali riciclati.

Non possiamo che accogliere favorevolmente iniziative di questo tipo, che possano aiutare a sensibilizzare la cittadinanza ed educarla ad un turismo sostenibile.



08/08/2019