BOLLETTE: OCCHIO AL CONDIZIONATORE


click 172 Stampa


Se avete un condizionatore, l’estate potrebbe rivelarsi salata anche nel caso in cui preferiate la montagna al mare. Secondo le stime di facile.it, infatti, il rincaro in bolletta quest’anno potrebbe gravare sulle famiglie per oltre un quarto sul totale annuo.

In particolare, per un nucleo familiare tipo, composto da 4 persone, il consumo medio all’anno è stimato intorno ai 3000 KWh, circa 640 euro in regime tutelato, che lievitano intorno ai 3796 Kwh, circa 817 in regime tutelato, con un condizionatore di classe energetica A+ – e se quest’ultimo è meno efficiente o sovrautilizzato, l’impatto sarà anche superiore.

Per cercare di risparmiare qualcosa in bolletta rimanendo freschi, basta seguire alcuni semplici ed efficaci accorgimenti:

  1. Preferite la classe energetica più alta; il risparmio nello scegliere una classe minore si tramuterebbe ben presto in bollette più costose, basti considerare che il passaggio da un condizionatore di classe B a uno di classe A+ equivale ad un 20% risparmiato. Prestate inoltre attenzione alle detrazioni fiscali se sostituite un impianto preesistente con uno di classe A+, A++ o A+++.

  2. La percezione del caldo dipende anche dal grado di umidità; selezionare la funzione di deumidificazione anziché quella di raffreddamento può abbattere i costi fino al 13%.

  3. Non abbandonate il ventilatore, che può essere utile nel diffondere l’aria fresca una volta raggiunta la temperatura desiderata.

  4. Non lasciate porte e finestre aperte e chiudete le tapparelle durante le ore più calde.

  5. Programmare l’accensione e lo spegnimento in maniera corretta può portare a risparmi fino al 10%, oltre ad evitare malanni.

  6. Mantenete l’impianto pulito per garantire la salubrità degli ambienti e la funzionalità del condizionatore; pulire i filtri una volta all’anno può costare fino all’8% in meno sulla bolletta.

 



02/08/2019