WHATSAPP, OCCHIO ALLA FOTO DEL VOSTRO PROFILO!


click 735 Stampa


 

Non è la prima volta che ci troviamo a parlare di truffe sui social network, questa volta il turno è di  WhatsApp, il più famoso social di messagistica al mondo ancora una volta sotto attacco con una nuova truffa.  Questa volta, però, la truffa è molto più pericolosa e mira ad ottenere dalle vittime direttamente i soldi. La truffa “della foto profilo” è molto ingegnosa e non è semplice da riconoscere.

Ma come funziona? Il truffatore finge di essere un vostro amico o un vostro parente e vi chiede un aiuto economico per superare un momento di difficoltà. Successivamente, ruba un’immagine dal profilo WhatsApp di una persona e la inserisce come foto del proprio account. A questo punto contatta un parente o un amico della persona a cui ha rubato l’immagine chiedendo una ricarica PostePay per un’emergenza economica che lo ha obbligato anche a cambiare il numero telefonico. Una volta effettuata la ricarica PostePay è impossibile recuperare il denaro e l’unica soluzione è sporgere una denuncia alla Polizia Postale. Un sistema così strutturato e capillare diventa inevitabilmente terreno fertile per truffatori e aspiranti tali, in cerca di metodi rapidi per guadagnare alle spalle dei fruitori più sprovveduti.

Per tale ragione, è necessario adottare costantemente un atteggiamento di sospetto e diffidare delle situazioni che esulano dalla normalità. Ma ad ogni truffa c’è sempre un rimedio, in questo caso, esiste un’unica soluzione. Se venite contattati da un numero che non avete in rubrica con l’immagine profilo di un vostro amico, cercate di contattarlo anche al vecchio numero per avere la sicurezza che non si tratta di una truffa.



11/03/2019