UNA NUOVA ENERGIA DA CONDIVIDERE


click 101 Stampa


Il tema della riparazione del tetto condominiale per il fotovoltaico è all’ordine del giorno: le fonti di energia alternativa trovano infatti sempre più interesse e consenso tra i proprietari delle abitazioni che, in questo modo, riescono ad abbattere la bolletta della luce e del gas. Tuttavia ad oggi però non esistono  criteri matematici per definire le porzioni di area condominiale utilizzabili dal singolo. Ciascun condomino ha diritto di realizzare, a proprie spese e nel proprio interesse, un impianto finalizzato alla produzione di energia come il fotovoltaico, rispettando ovviamente quella che si definisce condizione preliminare, ovvero quello di poter installare un impianto fotovoltaico senza arrecare pregiudizio all’edificio condominiale, sia in termini di stabilità che di decoro architettonico. L’ installazione di esso prevederà un abbattimento sostanziale dei costi per le utenze domestiche fino al 50% di esse. Il maggior beneficio si ha, come vedremo, non tanto installando un impianto fotovoltaico condominiale centralizzato, ma installando più impianti al servizio di singole famiglie. Da questa possibilità, fatto salvo ovviamente, il parere positivo dell’assemblea condominiale e dell’amministratore, ogni famiglia può ottenere un buon risparmio economico sui costi energetici. Il fotovoltaico condominiale, ammortizzando la spesa tra i condòmini, permette di risparmiare sulla bolletta elettrica condominiale mettendo a disposizione energia pulita, energia auto-prodotta, per le utenze comuni e permette di ripartire gli introiti derivanti dall’immissione in rete dell’energia prodotta. In ogni caso il fotovoltaico in condominio potrà essere al servizio di parti comuni oppure al servizio di singole unità abitative. C’è da dire comunque che ovviamente un impianto fotovoltaico centralizzato installato sul tetto di un condominio non sarà sufficiente a soddisfare il fabbisogno elettrico di tutti gli abitanti dell’intero edificio, ma potrà contribuire in maniera decisiva ad un risparmio consistente sulle utenze comuni. Anzi  può facilmente essere sovradimensionato rispetto al bisogno delle utenze comuni.



06/03/2019