CASO TARI A LAUREANA DI BORRELLO. Lí U.DI.CON. LE RETTIFICHE DA NOI PROPOSTE SARANNO FATTE


click 51 Stampa


CALABRIA

Reggio Calabria, 08/02/2019 - “Avevamo messo in rilievo nel giorno del nostro incontro con i commissari che secondo le nostre valutazioni alcuni tributi quali seconde case non abitate, sulle quali era stato applicato il nucleo familiare dell'abitazione di residenza, oppure se nel nucleo ci sono familiari con L. 104 c.3, e infine se gli immobili sui quali è stato fatto il calcolo come se fosse abitazione, dovevano essere rettificate in quanto errate. Da quel giorno a oggi abbiamo avuto continui incontri con gli uffici preposti alla verifica fino ad aver ricevuto rassicurazioni sulle rettifiche che saranno fatte per tutti i cittadini che trovandosi nei su indicati casi hanno presentato tramite una istanza la richiesta di rettifica. A tal proposito è giusto dire che la triade Commissariale, alla quale va un doveroso ringraziamento per la disponibilità e la collaborazione offerta, in sintonia con i funzionari dell’area Tecnica e di quella Tributaria e in collaborazione con i nostri delegati, Pina Virgillo e Ferdinando Morabito hanno monitorato una questione alquanto delicata per l’intera comunità.  La nostra attività di monitoraggio continua e siamo disponibili ad assistere gli utenti che, si trovassero nelle condizioni sopra indicate, ancora non hanno presentato l’istanza di rettifica tramite le sedi dislocate nel comune di Laureana di Borrello”.

In una nota del Presidente nazionale dell’U. Di. Con.  - Denis Nesci – intende chiarire ed avvertire i cittadini di Laureana di Borrello sul rischio di possibili sanzioni in caso di mancato pagamento dei tributi che aggiungerebbero al danno la beffa.

“Fin da subito l’U.Di.Con. si è schierata a favore degli utenti invitandoli, però, al pagamento della prima rata (rinviata al 31 Dicembre scorso), in attesa di una verifica delle singole posizioni di tutti quei cittadini che hanno voluto delegare l’U.Di.Con. a rappresentarli presso l’Ente Comunale, sono state esaminate tutte le pratiche, e come detto l’associazione ha avuto rassicurazioni sulla rettifica di quelle errate – prosegue Nesci - si comprende che gli utenti del comune di Laureana di Borrello si sono ritrovati sulle spalle delle spese anche di notevole entità  che corrispondono a dei tributi facenti capo a un servizio che non è stato gestito nel migliore dei modi negli anni passati, ma la situazione alla luce delle carte che sono state poste all’attenzione dell’U.Di.Con  è molto complessa , il bilancio comunale versa in una stato di predissesto, i contratti con i fornitori e i debiti con la Regione Calabria devono essere onorati, la triade Commissariale ha predisposto un nuovo bando per la raccolta dei rifiuti ma tanto dipenderà da ogni singolo cittadino”. La conclusione del caso tari Secondo il Presidente Nesci? “Portare la raccolta differenziata a livelli che consentano alle casse comunali di pagare il giusto e non cifre aggravate di sanzioni , se posso rivolgere un consiglio a tutti i miei concittadini e quello di avere la pazienza di far partire in maniera seria il progetto della raccolta differenziata, di evitare di creare discariche abusive, utilizzare i contatti messi a loro disposizione per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti , che hanno un costo estremamente alto se trovati in discariche abusive, e segnalarci tutte le situazioni anomale riguardante il contratto con la società che gestisce la differenziata. Saremo sempre al fianco di ogni singolo cittadino – conclude Nesci - perché il nostro lavoro si realizza anche se per una sola persona è stato ottenuto un risultato rispetto al caso propostoci, aver ottenuto la rettifica di diverse posizioni è per noi un successo, non si possono fare miracoli ma senza dubbio si può lavorare affinché le cose possano migliorare, su questo io e la mia associazione saremo sempre a disposizione”.



08/02/2019