L’U.DI.CON. SCENDE IN CAMPO CON IL CONVEGNO “VIZI E VIOLENZE: DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA”


click 353 Stampa


CAMPANIA

Salerno, 25/01/2019 – “Martedì 29 gennaio aggiungeremo un altro tassello al lavoro che l’U.Di.Con., da anni ormai, sta intraprendendo nel sociale – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci - siamo molto soddisfatti che l’impegno della nostra associazione sia riconosciuto su tutto il territorio nazionale, riuscendo a toccare non solo tutte le regioni, ma anche tutte le province italiane. Durante il convegno Vizi e Violenze: due facce della stessa medagliaaffronteremo temi molto caldi al giorno d’oggi, quali bullismo, ludopatia e lotta alle dipendenze, cercando di informare e sensibilizzare i giovani sulla gravità di questi fenomeni”.

Martedì 29 gennaio si terrà a Teggiano, in provincia di Salerno, il convegno “Vizi e Violenze: due facce della stessa medaglia” presso l’Istituto d’istruzione superiore “Pomponio Leto” in via S. Biagio, 1 dalle ore 10:30 alle ore 12:30.

 

“Il convegno vedrà la partecipazione di diverse figure esperte del settore – afferma il Presidente Provinciale U.Di.Con. di Avellino, Anna Della Mura – il Professore Universitario Giuseppe Sierchio, tratterà dell'assetto sociale in cui questi fenomeni riscontrano una continua evoluzione e gli eventuali rimedi da attuare; il counselor, Annamaria Apicella, inizierà da un'esperienza sul campo in tema di bullismo focalizzandosi sulle tecniche di dialogo attuate per il bullo e per il bullizzato, trattando poi le cause della ludopatia e delle dipendenze in generale; la Dott.ssa Romanelli, psicologa specializzata in problematiche derivanti dalla ludopatia; la Dott.ssa Mansi Carolina, psicologa e psicoterapeuta, tratterà il tema della dipendenza da sostanze stupefacenti e sensibilizzerà i ragazzi sulle ragioni per cui si cade in questo burrone e la difficoltà nel riemergere. Ringraziamo il preside della scuola, il Dott. Rocco Colombo ed i ragazzi che compongono la consulta di Salerno che appartengono proprio all’Istituto. Coglieremo l’occasione – conclude Della Mura – per presentare, insieme al mio collega Michele D'Eboli, un nuovo progetto The Right Way, che parla dell'orientamento dei ragazzi in questo delicato momento di crescita con funzione deterrente rispetto alle devianze giovanili in cui potrebbero incorrere”.



25/01/2019