IN ARRIVO I SALDI INVERNALI


click 92 Stampa


Manca sempre meno all’inizio dei tanto attesi saldi invernali che inizieranno tra oggi e il 5 gennaio in tutta Italia, ma che hanno una durata differente nelle diverse regioni.

Oggi è il turno della Basilicata, domani della Valle d’Aosta e dal 5 a seguire tutte le altre regioni.

Nei periodi di saldi migliaia di consumatori riescono a fare buoni affari, accaparrandosi i prodotti desiderati a prezzi convenienti, ma bisogna prestare molta attenzione perché la truffa è spesso alle porte e capita che il “buon affare” lo fanno gli esercenti commerciali. Il cartellino deve indicare oltre al prezzo scontato anche quello precedente così in questo modo chi acquista sa la percentuale di sconto applicata al prodotto. Bisogna stare molto attenti ai prodotti scontati oltre il 50% perché probabilmente si tratta di merce di magazzino.

Per quanto riguarda i metodi di pagamento, non deve essere applicata alcuna commissione aggiuntiva a chi acquista con bancomat o carta di credito, mentre per quanto riguarda il cambio merce, in questi periodi, è a discrezione dell’esercente commerciale, anche in possesso dello scontrino.

Secondo l'Ufficio studi di Confcommercio saranno emessi scontrini per 5,1 miliardi, con una spesa media di circa 140 euro per cittadino.

 

Di seguito le date regione per regione:

  • Basilicata: dal 2 gennaio al primo marzo
  • Valle d'Aosta: dal 3 gennaio al 31 marzo
  • Veneto: dal 5 gennaio al 31 marzo
  • Trentino Alto Adige: dal 5 gennaio al 16 febbraio
  • Abruzzo: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Calabria: dal 5 gennaio al 28 febbraio
  • Campania: dal 5 gennaio al 2 aprile
  • Emilia Romagna: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Friuli Venezia Giulia: dal 5 gennaio al 31 marzo
  • Lazio: dal 5 gennaio al 28 febbraio
  • Liguria: dal 5 gennaio al 18 febbraio
  • Lombardia: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Marche: dal 5 gennaio al primo marzo
  • Molise: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Piemonte: dal 5 gennaio al 28 febbraio
  • Puglia: dal 5 gennaio al 28 febbraio
  • Sardegna: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Toscana: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Umbria: dal 5 gennaio al 5 marzo
  • Sicilia: dal 6 gennaio al 15 marzo


02/01/2019