DATI ISTAT, U.DI.CON.: “ANCORA A RISCHIO EMARGINAZIONE MOLTE FAMIGLIE ITALIANE”


click 221 Stampa


Roma, 07/12/2018 – “L’Istat ha diffuso i dati relativi alle condizioni di vita, al reddito e al carico fiscale delle famiglie italiane, relativi all’anno 2017, sottolineando come il potere di acquisto sia cresciuto rispetto al 2015 del 2,1% - scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci - un dato sicuramente positivo quello messo in luce dall’Istituto nazionale statistico, che specifica come la crescita, pur interessando tutte le fasce di reddito, interessi principalmente le famiglie italiane considerate meno abbienti, costituendo così un passo in avanti verso il miglioramento delle condizioni di vita degli italiani”.

 

Nella Nota sull’andamento dell’economia italiana dell’Istat, emerge una crescita dell'economia del nostro Paese che dovrebbe mantenersi stabile nei prossimi mesi.

 

“Purtroppo però - prosegue Nesci - l’analisi effettuata ancora non permette di considerare superata la fase determinatasi con l’avvento della crisi, visto che il carico fiscale risulta particolarmente pressante, incidendo notevolmente sulla situazione reddituale delle famiglie. Il rischio di povertà o di esclusione sociale nel 2017 ha interessato il 28,9% delle persone residenti in Italia, risultando quindi di poco inferiore rispetto al 2016, che si aggirava intorno al 30,0%. Pertanto- conclude Nesci - dai dati emerge che più di un italiano su quattro rischia di essere emarginato dalla società ed è su questi aspetti che dovrebbe concentrarsi una manovra fiscale adeguata, finalizzata al potenziamento del potere di acquisto dei cittadini”.

 

 



07/12/2018