SIM SWAP, IL NUOVO HOBBY DEI TRUFFATORI


click 146 Stampa


Le truffe diventano sempre più complicate da combattere ed avvengono in tutti i settori ma quelle più diffuse sono quelle effettuate con mezzi digitali da cui è difficile difendersi. Una truffa che sta spopolando è quella legata alla clonazione delle sim telefoniche che permettono ai truffatori di svuotare i conti in banca di comuni cittadini che rimangono esterrefatti quando si trovano davanti al proprio conto corrente in bianco.

Non è la classica truffa del phishing su internet che è più facile da combattere in quanto consiste nella richiesta di rilascio di informazioni personali, dati di accesso o dati finanziari ad un soggetto malintenzionato che finge di essere un ente o un’azienda. Si tratta della tecnica della Sim Swap, una truffa che sta inondando la penisola ed ancor di più le città del Sud Italia. All’estero era già ben nota mentre in Italia sta prendendo piede proprio in questi mesi e, stando a quanto riportano gli inquirenti, le cifre sottratte superano di gran lunga il milione di euro.

Ma come funziona? Viene clonata la sim della vittima e dopo pochissimo tempo il blackout della sim, completamente senza linea. Grazie al sistema della doppia autenticazione usato per effettuare un bonifico online, il conto corrente della vittima viene svuotato da un momento all’altro dall’hacker. E’ molta la preoccupazione tra i cittadini e proprio per questo la Polizia Postale ha diffuso una guida per evitare di cadere nella truffa. Fate molta attenzione!



23/11/2018