PROF PRESA A SEDIATE, U.DI.CON.: “IL BULLISMO NASCE DALL’IGNORANZA”


click 112 Stampa


Roma, 06/11/2018 – “Quanto successo a Vimercate ci ha lasciato esterrefatti, la totale mancanza di rispetto nei confronti di una persona che per altro in quel momento rappresenta un’istituzione è davvero qualcosa di vergognoso – scrive in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – l’insegnante d’italiano colpita dal lancio di sedie dei propri studenti, in questo momento sembra non riuscire a muovere un braccio e dovrà fare ulteriori accertamenti per verificare il proprio stato di salute. Questo atto di bullismo è poi seguito da un altro atto, altrettanto grave, il comportamento dei genitori dei ragazzi, che non hanno ancora chiesto scusa all’insegnante”.

Dava le spalle alla classe, stava scrivendo alla lavagna, poi la luce spenta ed il lancio di sedie. Non è stato possibile identificare i responsabili per la professoressa vista la situazione, di certo è stato chiaro che fossero molti studenti a partecipare a questo vero e proprio atto di bullismo.

“A questo punto vorrei invitare la classe in questione a partecipare al nostro secondo convegno nazionale sul bullismo e sul cyberbullismo, chissà se il preside per dare loro un segnale forte, li invierà per direttissima a Roma il 5 dicembre – continua Nesci – magari ascoltando i nostri relatori potrebbero imparare cosa significano questi atti, dal punto di vista legale o psicologico. Invitiamo inoltre come ospite, per raccontare la propria testimonianza, la professoressa che ha subito questa aggressione – conclude Nesci – fin quando non si capisce la realtà di questi atti, non si sconfiggerà l’ignoranza che fa nascere il bullismo”



06/11/2018