LUDOPATIA, NUMERI RACCAPRICCIANTI


click 205 Stampa


Il gioco d'azzardo è un fenomeno molto diffuso tra i cittadini e consiste nello scommettere beni sul risultato di un evento che deve ancora verificarsi e in genere le quote scommesse si pagano in contanti. È triste lo scenario in cui versano molte famiglie italiane: la crisi economica aumenta, la richiesta di lavoro aumenta.

Nonostante questo incessante bisogno di disponibilità economica, i bar e le sale giochi sono piene di persone che giocano le loro entrate alle slot machine o ai videopoker. Le famiglie rovinate dal gioco fanno la fame per colpa di uno dei suoi componenti che scommette quei pochi soldi a disposizione, e questa dipendenza sembra incrementare sempre di più nonostante il portafogli delle famiglie non è in aumento. Il pericolo non si nasconde solo dietro le slot machine, a creare una vera e propria dipendenza è anche il Lotto, le droghe, l’alcool e nuove forme di web addiction. Gli italiani siano i primi soggetti al mondo dediti al gioco d’azzardo, infatti le statistiche evidenziano che lo scorso anno, i cittadini italiani, tra tutte le varie forme di gioco d’azzardo, hanno speso più di 100 miliardi di euro. Milioni di cittadini si indebitano per giocare e la percentuale di indebitamento è sempre più alta. Le stime previste per il 2018 sono raccapriccianti purtroppo.

Queste somme generano guadagni allo Stato ma allo stesso tempo generano malattie patologiche in chi pratica questa “attività a fondo perduto” e spesso sono proprio le persone più vulnerabili ad esser affette dalla ludopatia. E’ necessario prendere maggiore coscienza della gravità del gioco e sapere quando fermarsi.



23/07/2018