SLOT MACHINE E VIDEOPOKER, UNA DIPENDENZA ROVINA FAMIGLIE


click 123 Stampa


È triste lo scenario in cui si trovano molte famiglie italiane: la crisi economica aumenta, la richiesta di lavoro aumenta. Nonostante questo incessante bisogno di disponibilità economica, i bar e le sale giochi sono piene di persone che giocano i loro soldi alle slot machine o ai videopoker.

Una situazione triste soprattutto in un Paese dove per colpa del gioco d’azzardo chiudono negozi, imprese, si perdono lavori certi, rovinando intere famiglie.

 

Famiglie che fanno la fame per colpa di uno dei suoi componenti che sperpera quei pochi soldi a disposizione giocando alle macchinette mangia soldi, che sono riprogrammate per non far vincere mai. Questa dipendenza si sta facendo sempre più presente e nonostante la crisi aumenti, aumenta allo stesso tempo la voglia di cercare fortuna nel gioco d’azzardo.

 

Il pericolo non si nasconde solo dietro le slot machine, a creare una vera e propria dipendenza è anche il “gioco” del  Lotto. Se fino a qualche tempo fa le estrazioni avvenivano settimanalmente, oggi ogni minuto ce n’è una. È assurdo, come riportato da alcune statistiche, che gli italiani siano i primi soggetti al mondo dediti al gioco d’azzardo. Milioni di cittadini si indebitano per giocare e la percentuale di indebitamento è sempre più alta. Non considerando le stime previste per il 2018 perché sono raccapriccianti.

 

Somme che generano guadagni allo Stato ma allo stesso tempo generano malattie patologiche in chi pratica questa “attività a fondo perduto”, spesso si tratta proprio delle persone più vulnerabili ad esserne affette. Bisogna prendere maggiore coscienza e sapere quando fermarsi.



17/05/2018