L’INTERNET OF THINGS PRENDE PIEDE ANCHE IN ITALIA


click 173 Stampa


Oggigiorno si sta assistendo sempre di più all’evoluzione di tutti quei settori con cui ci confrontiamo, anche senza rendercene conto, che stanno diventando smart. Si parla dei settori che rientrano nello IOT, Internet of Things, che si riferisce, in particolare, all’ estensione di internet al mondo degli oggetti concreti.

Da alcune indagini effettuate, è emerso che anche in Italia sta prendendo piede, in percentuali notevoli, questo movimento. Infatti, nel 2017, nel nostro Belpaese lo IOT ha registrato un incremento di circa il 32% rispetto all’ anno precedente. Lo Smart Metering è il settore che comprende i contatori, presenti in tutte le case dei cittadini italiani, e genera guadagni per più di 900 milioni di euro, facendo da traino al mercato IOT. A seguire il settore che vale di più è quello delle Smart Car, con ricavi pari a circa 800 milioni di euro, che ha generato una crescita quasi raddoppiata rispetto all’anno precedente. Percentuali altrettanto notevoli sono state raggiunte anche da altri settori come lo Smart City, registrando una crescita del 40%, lo Smart Home, con il 35% e lo Smart Logistic con quasi il 50%.

Questi dati danno segnali importanti, soprattutto fanno evincere quanto gli italiani siano orientati a scegliere soluzioni sempre più smart per i loro consumi di beni e servizi. I dati previsionali del 2018 non fanno altro che confermare l’impatto positivo di questa crescita e l’ intelligenza artificiale incrementa la fiducia dei cittadini che vedono il mercato italiano potenziarsi grazie allo sviluppo delle varie industrie.



16/04/2018