FATTURAZIONE A 28 GIORNI, NESCI: “VODAFONE FA UN PASSO INDIETRO, L’U.DI.CON. UNO IN AVANTI”


click 465 Stampa


Roma, 13/04/2018 – “Oggi ci togliamo un’altra soddisfazione. Vodafone aveva richiesto la sospensione dell’efficacia del provvedimento senza arrivare alla Camera di Consiglio per ciò che riguardava la fatturazione a 28 giorni - scrive il Presidente Nazionale dell’ U.Di.Con. Denis Nesci - noi come U.Di.Con. ci siamo costituiti parte in causa e, grazie al nostro lavoro, Vodafone ha rinunciato all’istanza cautelare, quindi ogni decisione sarà rinviata a ottobre”.

E’ da tempo ormai che ci battiamo contro la vicenda della fatturazione a 28 giorni. La società di telecomunicazione in questione, insieme ad altre, aveva imposto un rincaro sulla spesa mensile che gli utenti hanno dovuto sostenere. L’Autorità ha accolto le varie segnalazioni avanzate dalle associazioni di categoria, in particolare l’U.Di.Con. può decantare risultati concreti.

“Il passo indietro di Vodafone è davvero un traguardo importante – continua Nesci – è doveroso ringraziare gli avvocati Donato Patera e Giuseppe Catalano che stanno seguendo passo passo questa vicenda facendo valere i diritti dei consumatori nelle sedi di tribunale. Continueremo ad informare i cittadini sul caso in questione su cui speriamo di mettere un punto il prima possibile – conclude Nesci – continueremo a tenere aggiornati i consumatori su queste e altre vicende su cui l’U.Di.Con. è impegnata come quella relativa al rincaro delle bollette elettriche”.



13/04/2018