AUTENTICITÀ OPERE ALLA MOSTRA DI MODIGLIANI, U.DI.CON.: “ORA RIMBORSINO I CITTADINI”


click 743 Stampa


Genova, 11/01/2018 – “Ci siamo impegnati mesi fa ormai, a seguire questa vicenda, non appena è scoppiato lo scandalo dei presunti falsi alla mostra di Modigliani a Genova presso Palazzo Ducale – ha detto il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – oggi dopo il procedimento penale a seguito del sequestro delle opere della mostra, grazie ad una specifica perizia, si starebbe delineando una natura non autentica delle opere sequestrate. È inaccettabile che si potuto succedere tutto ciò, ci stiamo già muovendo per tutelare i consumatori”.

La mostra di Modigliani a Palazzo Ducale, Genova, uno degli eventi più chiacchierati, purtroppo, continua a far notizia. Un maxi sequestro di opere che, ad oggi, le indagini della Procura di Genova starebbero riscontrando, dopo una specifica perizia, come false.

“Chiediamo a tutte le parti in causa di attivare immediatamente delle procedure per il rimborso dei biglietti per coloro che hanno visitato questa mostra – continua Nesci – non è possibile che i cittadini debbano pagare per un evento culturale che dovrebbe essere di un certo livello e poi trovarsi davanti a quella che ha l’aspetto di una vera e propria truffa, qualora venisse confermata la non autenticità delle opere – conclude Nesci - ci riserveremo di portare avanti ulteriori azioni a tutela degli utenti che hanno preso parte alla mostra”.



11/01/2018