DIAMANTI DA INVESTIMENTO, U.DI.CON.: “SUBITO MISURE RISARCITORIE AI CONSUMATORI”


click 922 Stampa


“Non ci sorprendono le sanzioni per oltre 15 milioni di euro inflitte alle imprese Intermarket Diamond Business e Diamond Private Investment, anche attraverso gli istituti di credito con i quali rispettivamente operavano ovvero Unicredit e Banco BPM da un lato e Intesa Sanpaolo e Banca Monte dei Paschi di Siena dall’altro – ha scritto in una nota il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – le violazioni riscontrate dall’Autorità riguardano le curiose modalità di offerta dei diamanti da investimento, chiaramente ingannevoli ed omissive, per questo motivo crediamo sia necessario pensare subito ad alcune misure risarcitorie”.

Sono state riscontrate particolari violazioni dei diritti dei consumatori per ciò che riguarda i diamanti da investimento ed in particolare per le imprese Intermarket Diamond Business e Diamond Private Investment. In particolare l’Autorità ha deciso di sanzionare la mancanza delle corrette informazioni ai consumatori, nonché al diritto di recedere.

“Di fronte a quanto deciso dall’Autorità non possiamo che augurarci delle iniziative concrete e tempestive in modo tale da porre rimedio agli ingenti danni causati da questa spiacevole pratica commerciale – conclude Nesci – inoltre chiediamo che si costituisca un Tavolo che coinvolga gli Istituti di credito interessati, oltre che naturalmente l’U.Di.Con. e tutti gli altri stakeholder”.



03/11/2017