SICCITÀ, U.DI.CON.: “D’ACCORDO SULLA CHIUSURA DEI NASONI PER QUALCHE GIORNO”


click 509 Stampa


COMUNICATO STAMPA

Roma, 26/06/2017 – “La dispersione idrica sta diventando un problema grave, in particolare per la città di Roma – ha detto il Presidente Nazionale U.Di.Con. Denis Nesci – le possibilità sono molteplici, oltre alle consuete verifiche che andranno fatte sui prelievi illegali che, a quanto pare, sembrano molto diffusi, la possibilità di chiudere i nasoni per un breve periodo e non alimentare la dispersione idrica ci sembra adeguata, ma deve essere fatta nell’immediato”.

Acea ha fatto sapere che è in attesa dell’ok del Campidoglio per procedere alla chiusura temporanea dei nasoni, già preventivata. I numeri che trasmette la stessa società sono da capogiro: le 2400 fontane di Roma, infatti, producono 160 litri di acqua al secondo.

“Ci auguriamo che l’ok avvenga nel giro di qualche giorno, perché non è solo la prolungata siccità ad aver ridotto i serbatoi di approvvigionamento – conclude il Presidente Nesci – la rete idrica presenta dei problemi; ci auspichiamo quindi dei rapidi provvedimenti, non solo per la città di Roma, anche per le realtà limitrofe che sono quelle che potrebbero pagare il prezzo più alto in questa vicenda”.



26/06/2017