IN VALDARNO LA PROTESTA PER L’ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE


click 634 Stampa


In Valdarno, da diverso tempo, è polemica sulle barriere architettoniche e sugli ostacoli che rendono inaccessibili i trasporti pubblici. La protesta è partita dal Valdarnopost, dove la denuncia dei cittadini ha toccato diversi punti ma si è focalizzata in particolare sulla difficoltà di utilizzo del trasporto pubblico su gomma. 

La denuncia è stata subito raccolto dal sindaco di Montevarchi, Silvia Chiassai che ha deciso di presentare un’interrogazione in merito presso la Provincia. La Chiassai, per altro, aveva già precedentemente aperto un tavolo di discussione sul tema delle barriere architettoniche in città, prefiggendosi una mappatura degli ostacoli di tutto l’ambiente urbano.

Raccogliendo le grandi proteste dei cittadini, sarà possibile provare a dare una soluzione ad un problema che perdura e che, se risolto, porterebbe diverse conseguenze positive. I cittadini diversamente abili devono avere la possibilità di girare liberamente per la città e devono poterlo fare senza necessariamente passare per vie alternative a quelle che presentano ostacoli.

L’interrogazione pressa la Provincia dovrà portare delle pronte risposte, che possibilmente non finiscano nel dimenticatoio. Il tema delle barriere architettoniche in diverse parti d’Italia viene trattato con superficialità, la speranza è che nel futuro del Valdarno ci sia il totale abbattimento delle barriere architettoniche. 

 



06/06/2017