SCIOPERI E DISAGI PER CHI VOLA, ECCO COSA FARE


click 1069 Stampa


In questi giorni le proteste dei lavoratori di alcune compagnie aeree (Alitalia, Vueling, Meridiana) hanno causato non pochi disagi ai viaggiatori, che hanno visto, nel migliore dei casi, decollare il proprio volo con molte ore di ritardo o nella peggiore delle ipotesi addirittura annullata la partenza.

Ad ogni modo, in questi casi, è bene essere informati su cosa fare, come comportarsi e sui diritti dei viaggiatori previsti dalla “Carta dei diritti del passeggero”. In primo luogo, essa stabilisce che i passeggeri che si dovessero trovare in condizioni di disagi, provocati dalle stesse compagnie, hanno diritto a chiedere il rimborso del costo del biglietto oppure, in alternativa, hanno la possibilità di chiedere di poter essere inseriti su un altro volo.

In questi casi è prevista, e deve essere garantita, l’assistenza in loco a carico della compagnia, che comprende pasti, bevande ed eventuale sistemazione in albergo qualora fossero necessari uno o più pernottamenti. Nel caso in cui l’assistenza non dovesse essere messa a disposizione dalla compagnia, i passeggeri possono, dopo aver accuratamente conservato le ricevute comprovanti le spese effettuate in tal senso, chiedere il rimborso nel minor tempo possibile. Lo stesso tipo di assistenza deve essere garantita anche per quei passeggeri il cui volo è soggetto a un ritardo prolungato.

Quando si tratta di mobilitazioni aziendali, si possono creare molteplici e differenti situazioni, come ad esempio il caso di negato imbarco. Se è negato l’imbarco su un volo, il passeggero ha diritto a ricevere un risarcimento compreso tra i 250 ai 600 euro, secondo la tratta e i giorni che trascorrono prima di potersi imbarcare nuovamente. Come nei casi menzionati in precedenza, la compagnia è tenuta a garantire assistenza, dal provvedere ai pasti fino al pernottamento dei viaggiatori ove fosse necessario, la compensazione può essere ridotta del 50% qualora la compagnia aerea dovesse proporre un volo alternativo simile a quello prenotato.

Pertanto, si invitano i cittadini che hanno subito un disagio legato a problemi con il trasporto aereo e ferroviario o comunque a pacchetti turistici, a contattare l’associazione al numero verde 800.305.503 oppure semplicemente compilando il form in basso, il nostro staff qualificato risponderà alle vostre domande, fornendo ogni informazione utile.

 

 



- Contattaci compilando il MODULO

07/07/2016