MILANO, SCONTRO SU ECOPASS


click 703 Stampa


Nato come strumento per combattere l’inquinamento e il traffico, l’Ecopass si è rivelato un autentico pomo della discordia a Milano. Il capoluogo lombardo, infatti, alle prese con ingorghi giganteschi e con l’assedio delle polveri sottili, non riesce ad eleggere questo provvedimento come la soluzione ideale, anzi: proprio Ecopass è la parola che ha originato acuti contrasti tra i suoi promotori e chi invece rientra nella schiera dei detrattori.
 
Sotto accusa le numerosissime multe partorite da questo sistema, che hanno fatto registrare un’impennata vertiginosa, con un totale di sanzioni che supera il milione e 250mila, pari a una cifra di 88milioni di euro. Tuttavia le multe non si limitano ( si fa per dire )alle sanzioni ecologiche, poiché gli ausiliari infieriscono senza pietà anche su auto negli spazi riservati ai residenti, in doppia fila o sulle strisce pedonali: questo modo di agire è stato dichiarato illegittimo dalla Cassazione, la quale il 9 marzo ha stabilito che è possibile multare solo la sosta irregolare sulle strisce a pagamento.

                                                              UFFICIO LEGALE UDICON


28/04/2009