DAL 1° GIUGNO ATTENZIONE ALLA NUOVA ETICHETTATURE DELLE MISCELE CHIMICHE


click 852 Stampa


Ne facciamo un uso quotidiano, tanto da non prestare neanche più attenzione ai simboli che sono rappresentati sulla confezione, ignorando a volte la pericolosità di alcuni prodotti come detergenti e disincrostanti per l’igiene della casa, i quali contengono sostanze chimiche come acido solforico, acido fosforico e l’ipoclorito di sodio. 

Le miscele chimiche pericolose sono diventate oggetto di discussione in Europa, al punto tale da decidere di introdurre delle modifiche a partire dalla prossima settimana. Dal 1° giugno, infatti, le sostanze e le miscele dovranno essere etichettate secondo la nuova normativa, anche se fino al 1° giugno 2017 sarà ancora possibile trovare sul mercato i vecchi pittogrammi, poiché oggetto di deroga per le miscele già presente sul mercato prima del 1 giugno 2015.

La nuova etichettatura, nata con l’intento di rendere uniforme le diciture all’interno dello spazio europeo, è prevista dal Regolamento (CE) n.1272/2008 (CLP – Classification, labelling and packaging) del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 dicembre 2008 relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele.

Nel dettaglio, il regolamento prevede l’utilizzo di nuovi pittogrammi a forma di diamante rosso con sfondo bianco che sostituiranno i vecchi simboli quadrati di colore arancione applicati ai sensi della legislazione precedente. Nell’etichetta quindi, oltre all’indicazione delle sostanze presenti, saranno riportate indicazioni di pericolo rappresentate dalla lettera H e  di prudenza contraddistinte dalla P.

Finalmente, dopo 7 anni dalla stesura del Regolamento, si potranno vedere i primi frutti di un lavoro che mira ad uniformare un settore molto delicato. 



27/05/2015