NO ALLE INFORMAZIONI SULLA SALUTE NELLE ATTESTAZIONI DELL’OSPEDALE


click 686 Stampa


Il Garante della privacy chiarisce, con la Newsletter n.398 del 9 febbraio 2015, che “nelle certificazioni rilasciate ai pazienti o ai loro accompagnatori per attestare la presenza in ospedale, non devono essere riportate indicazioni della struttura presso la quale è stata erogata la prestazione, il timbro con la specializzazione del sanitario o comunque informazioni che possano far risalire allo stato di salute” in quanto rappresenterebbe violazione della privacy del cittadino e permetterebbe di far conoscere a terzi, le informazioni circa la sua salute.

Questo chiarimento resta in linea con il provvedimento generale n. 1191411 del 9 novembre 2005 del Garante della Privacy, in cui lo stesso ha previsto maggiori cautele in tema di privacy e dati sanitari, nonché “l’adozione di specifiche procedure per prevenire la conoscenza, da parte di estranei, dello stato di salute di un paziente attraverso la semplice correlazione tra la sua identità e l’indicazione della struttura o del reparto in cui è stato visitato o ricoverato”.

10/02/2015