TARIFFA PROVVISORIA ENERGIA ELETTRICA


click 1497 Stampa


Segreteria

Quotidianamente riceviamo decine e decine di richieste e segnalazioni in merito a bollette della luce, del gas o del telefono. Le problematiche sono sempre le stesse difficoltà nella lettura, nella comprensione, e dubbi sulla correttezza del dettaglio dei costi. Questa volta parliamo della bolletta Enel Bioraria Transitoria, e sulla correttezza delle tariffe applicate, che variano a seconda del tipo di abitazione, del tipo di consumo…ecc  I dettagli della tariffa e del tipo di contratto sono reperibili in bolletta sotto la voce “DATI FORNITURA” in cui vengono indicati: indirizzo, numero di presa, codice POD e tariffa applicata. Nel caso in cui si disponga di un contratto che prevede un consumo superiore ai 3 chilowatt, e il luogo della fornitura corrisponde alla residenza bisogna fare attenzione che vi sia corretta dicitura. Se nella bolletta dell’energia elettrica  c’è scritto  “Uso domestico non residente con Tariffa D3 bioraria transitoria” si sta pagando  il 30% in più di quanto dovuto in realtà. Pertanto è possibile richiedere il rimborso di quanto pagato in più, e la modifica immediata del tipo di tariffa. Per fare ciò bisogna presentare reclamo a Enel con allegata l’autocertificazione dello storico di residenza. Per qualsiasi informazione è possibile contattare la sede U.Di.Con. più vicina.



27/11/2013