A LONDRA ARRIVA L’HAMBURGER “IN PROVETTA”.


click 1030 Stampa


Il primo vantaggio è la riduzione delle emissioni gas serra di allevamenti

142 grammi. E’ il peso del primo hamburger creato in una provetta a Londra, che dopo essere stato prodotto da cellule staminali vaccine è stato cucinato e provato quest’oggi. Per produrlo ci sono voluti diversi mesi di lavoro nei laboratori dell’Università di Maastricht. L’esperimento, però, per considerarlo pienamente riuscito, dovrà essere sottoposto al test dei consumatori, che dovranno verificare se il sapore della carne è identico a quella della macelleria. Se l’hamburger risultasse commestibile aprirebbe la strada al consumo commerciale e di conseguenza avrebbe una grande importanza per il settore alimentare. Infatti, si risolverebbero molti problemi legati al ciclo produttivo della carne, evitando tutto il ciclo vitale degli animali. Nei prossimi quarant'anni, secondo quanto sostengono gli esperti, la domanda di carne è destinata a raddoppiare, il ricorso alle staminali permetterebbe sia di venire incontro alla domanda che di diminuire le emissioni di gas serra del settore agricolo derivanti dall'allevamento. Per il momento, però, l’hamburger ha un costo notevole, difficilmente acquistabile; si stima che la cifra sia tra i 200 e i 250 mila euro.  



05/08/2013