CASE, DIMINUISCONO I PREZZI. LA CRISI COLPISCE IL MERCATO IMMOBILIARE


click 1118 Stampa


Come dimostrano i dati Istat in questo primo trimestre 2013, l’indice dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie ha registrato una diminuzione dell’1,2% rispetto al trimestre precedente e del 5,7% nei confronti dello stesso periodo del 2012. Secondo la stima fatta dall’Istituto nazionale di statistica, questo dato in calo risulterebbe il sesto consecutivo ed il primo calo tendenziale da due anni a oggi. Questo elemento, insieme a quanto pubblicato dall'agenzia delle Entrate, sulle compravendite dei primi tre mesi dell'anno in corso (il calo delle transazioni si è fermato al -14,2% rispetto alla contrazione del 25,8% che si è registrata nell'arco del 2012, quando il mercato è tornato sui livelli del 1985) mostra un mercato immobiliare residenziale ancora in crisi, ma con segnali di contenimento della discesa. Infatti, la flessione su base annua dei prezzi delle abitazioni è il risultato della diminuzione sia dei prezzi delle abitazioni esistenti (-7,7%) sia di quelle di nuova costruzione (-1,1%). In parole semplici, le case non si vendono e quindi i prezzi scendono. Un’equazione chiara che fa riflettere i consumatori e anche le forze politiche, ma non solo, sulla difficoltà economica che sta attraversando il nostro Paese. 



03/07/2013