ROMA: SMOG, STOP TARGHE ALTERNE


click 809 Stampa


Roma si ferma di nuovo. Con un provvedimento d’urgenza il Campidoglio ha disposto l'applicazione delle targhe alterne per mercoledì 9 con divieto di circolazione per quelle dispari e giovedì 10 per quelle pari, incluso lo zero. Motivo, troppo smog. I livelli di inquinamento registrati nella giornata del 6 gennaio hanno superato il limite imposto dei 50 microgrammi per metro cubo (media mobile delle 24 h) nella stazioni di Arpa di: Preneste (69); Francia (66); Magna Grecia (53); Cinecittà (72), Cavaliere (68), Fermi (58); Cipro (54); Tiburtina (78); Arenula (57). Nello stesso arco temporale, inoltre, il biossido di azoto ha superato il limite imposto di 200 microgrammi per metro cubo nella stazione di Arenula dove alle ore 22 è stata raggiunta la concentrazione massima di 201 microgrammi. 
Il provvedimento adottato dal Campidoglio interesserà tutti gli autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori che, a seconda della targa, non potranno circolare all’interno della fascia verde cittadina, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.30. Sono esentati dagli stop gli autoveicoli di categoria “Euro 5”, ciclomotori a 2 ruote 4 tempi “Euro 2”, i motocicli “Euro 3”, i veicoli a trazione elettrica ed ibrida o alimentati a gpl e metano. Le altre categorie esentate sono elencate nell’ordinanza sul sito del Comune. Per chi non osserverà il provvedimento sono previste sanzioni di 155 euro. Inoltre, il Comando dei vigili ha predisposto uno speciale piano di controlli e fluidificazione della viabilità con una rete di posti di blocco. 
Per aumentare l'efficacia del provvedimento, inoltre, è fatto obbligo nei giorni di applicazione delle targhe alterne, di mantenere la temperatura massima degli ambienti domestici a 18 gradi per non più di 8 ore. Come sempre in condizioni di emergenza, e quindi anche nel corso delle targhe alterne, la fascia verde cittadina sarà interdetta ai veicoli più inquinanti dalle ore 7.30 alle 20.30. 


08/01/2013