Seguire un budget predefinito è essenziale per creare un solido piano finanziario. Esistono diversi piani di budget, che rispondono alle diverse esigenze di ognuno.

La regola del 50/20/30 è stata introdotta dalla professoressa e senatrice statunitense Elizabeth Warren nel suo libro All Your Worth: The Ultimate Lifetime Money Plan.

Riuscire a risparmiare per le famiglie può non essere semplice, e questo metodo è stato messo a punto per venire semplificare la gestione del budget: la regola 50/20/30 alloca il denaro in tre fasce separate, dato che organizzare i tuoi fondi in tre sezioni separate potrebbe essere più semplice per le persone che potrebbero altrimenti essere sopraffatte da metodi di budget più dettagliati. Il metodo si basa sulle percentuali del reddito netto, e funziona in questo modo:

  • 50% del reddito: spese essenziali. Queste includono i pagamenti del mutuo o dell’affitto, i servizi pubblici, l’assistenza sanitaria, i generi alimentari di base, i trasporti e i costi per l’assistenza all’infanzia.
  • 20% del reddito: risparmi. Questa percentuale dovrebbe rappresentare la parte di stipendio destinato alla creazione di un fondo di emergenza, all’aumento dei risparmi o per saldare eventuali debiti.
  • 30% del reddito: spese “superflue”. Questa percentuale include i costi non essenziali, come cenare fuori o lo shopping.

Ovviamente il metodo va applicato caso per caso e non è necessario seguire strettamente le percentuali indicate, ma cercando di seguire la regola il più possibile, adattandola alle eventuali necessità soggettive, essa può rappresentare un prezioso aiuto nella gestione del budget familiare.

I commenti sono chiusi.