Roma, 12/11/2021 – “La Cassazione ha confermato le sentenze che sanzionavamo la fatturazione a 28 giorni applicata da Wind Tre – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – il rigetto del ricorso di Wind Tre da parte della Cassazione rappresenta un’ulteriore conferma della fondatezza delle numerosissime istanze presentate dall’U.Di.Con. Vorrei volgere un particolare ringraziamento ai nostri legali che hanno seguito questa vicenda sin dall’inizio, gli Avv. Patera e Catalano. Adesso raccogliamo i frutti di questa battaglia e vigileremo affinché i cittadini possano riavere indietro le somme dovute. Chi danneggia i consumatori deve pagare. Ci auguriamo che questa vicenda sia da monito a tutti coloro i quali anche in quest’ultimo periodo pongono pratiche commerciali scorrette nei confronti dei consumatori. L’U.Di.Con. – conclude Nesci – è sempre pronta a battagliare per tutelare gli interessi e i diritti dei cittadini. Rimaniamo a vigilare, purtroppo sappiamo che i pericoli sono sempre dietro l’angolo”.

I commenti sono chiusi.