Roma, 01/04/2021 – “In questi giorni è emerso che DAZN si accinge ad incrementare la propria offerta con la trasmissione delle partite di calcio della Serie A – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – è un cambiamento molto importante per le abitudini degli appassionati, che deve essere impostato all’insegna della trasparenza e della massima tutela dell’utente. Abbiamo evidenziato alla società delle potenziali criticità nell’impostazione del rapporto tra DAZN e gli utenti. Infatti, i canali di dialogo che utilizza DAZN sono differenti rispetto a quelli tradizionali, che i consumatori sono abituati ad utilizzare nella gestione dei reclami e delle controversie. Temiamo che ciò possa rendere più difficile per alcuni utenti segnalare eventuali criticità. Non possiamo permettere che ci siano delle fasce di abbonati meno tutelate ed è per questo motivo – continua Nesci – che abbiamo chiesto l’attivazione di maggiori canali di contatto per garantire agli abbonati maggiori tutele. Ma un altro dubbio sorge spontaneo: dove si possono vedere le partite? Solo sull’App? Sull’App e sul satellitare? Esistono accordi commerciali con Sky? Non vogliamo mettere il dito nelle dinamiche di eventuali accordi commerciali ma vogliamo che ci sia massima trasparenza e tutela per gli abbonati. Ma soprattutto non vorremmo ripiombare nel problema, affrontato già in precedenza, dello spacchettamento delle partite che porterebbe gli appassionati a sottoscrivere doppi abbonamenti” – conclude Nesci.