La lotta per il futuro del nostro pianeta è di certo la sfida più ardua che l’essere umano ha da affrontare sotto numerosi aspetti, da quello sociale, con l’introduzione di determinate normative sull’utilizzo della plastica, passando anche per la questione trasporti.

Proprio sul trasporto, stando alle ultime statistiche, col passare degli anni, i consumatori prediligeranno sempre più macchine elettriche, mandando così in pensione le tradizionali auto diesel o benzina. Attratti da numerose iniziative da parte delle case produttrici di auto, come prezzi super vantaggiosi, la possibilità di rateizzare il costo dell’auto seguendo quelle che sono le esigenze del consumatore, e così via, nell’ultimo periodo si è assistito ad un vero e proprio boom d’acquisto per le auto elettriche.

Ma quello che tutti si domandano è, ci sarà abbastanza elettricità per soddisfare le innumerevoli richieste da parte dei consumatori?

In risposta a questa domanda, i vari responsabili delle più grandi case produttrici di automobili, hanno tranquillizzato i consumatori.

Secondo gli analisti entro il 2035 almeno il 50% delle automobili che circoleranno sulle nostre strade saranno elettriche, e che quindi per tale ragione, in previsione di questo avvenimento, si stanno prendendo già in questi anni, tutte le accortezze del caso per far sì che, quando arriverà il giorno in cui troveremo più auto elettriche o ibride, piuttosto che quelle tradizionali a benzina, non vi saranno problemi nella fornitura di energia elettrica. Negli Stati Uniti ad esempio, il neoeletto Joe Biden ha dichiarato di voler realizzare ben 500.000 colonnine entro il 2030, l’Italia invece, si appresta ad avviare la costruzione di 9.000 stazioni di ricarica finanziate con fondi Europei.