Roma, 23/11/2020 – “Abbiamo appreso di alcune recenti comunicazioni che RAI ha inviato informando il consumatore delle proprie attività aziendali, sulla possibilità di ricevere la rivista digitale Radiocorriere TV ed infine una richiesta di informazioni di alcuni dati relativi alla corresponsione del canone per l’anno 2017 – scrive in una nota il Presidente Nazionale dell’U.Di.Con. Denis Nesci – la comunicazione in sé ha generato delle lievi perplessità per la varietà del contenuto e per le informazioni richieste in quanto i consumatori non sono abituati a ricevere questa tipologia di comunicazione dalla RAI, è risultata piuttosto inusuale. Per questo motivo – continua Nesci – abbiamo chiesto dei chiarimenti in merito alle condizioni dell’invio della rivista sponsorizzata nella comunicazione e ma anche sulle conseguenze in caso di mancato riscontro da parte degli utenti che hanno ricevuto la comunicazione. Vogliamo semplicemente fare un po’ di chiarezza in più per tutti coloro i quali sono rimasti spiazzati, in quanto non abituati, a questo tipo di comunicazione da parte di RAI” – conclude Nesci.