La si aspetta sempre, in ambito consumeristico, una maggiore trasparenza per un prodotto o un servizio. Come associazione consumatori è uno dei punti cardine di mille battaglie. Il Mise ha finalmente promulgato il decreto n. 179 del 2012 che permetterà di effettuare confronti tra assicurazioni rispetto ad un “contratto base” e stipulare una polizza chiara che renda immediatamente trasparente la scontistica applicata. Possedere una copertura RC auto è ovviamente un obbligo per gli utenti, ma aggirare gli ostacoli di un’informazione approssimativa tra le polizze non è stato mai semplicissimo.

Nuovo contratto base RC Auto

Con il nuovo contratto base RC Auto le compagnie sono obbligate ad offrire, in primo luogo, il contenuto minimo per adempiere all’obbligo di stipula di un’assicurazione. Precisamente, questo contenuto dovrà mostrare:

  • L’oggetto del contratto
  • Le ipotesi di dichiarazioni false e reticenti del contraente
  • Le ipotesi di esclusioni della copertura assicurativa e rivalsa
  • La necessità di comunicare all’assicurazione le condizioni di aggravamento del rischio assicurativo
  • L’estensione territoriale della copertura
  • La durata e la decorrenza della polizza
  • Le specifiche del contratto su eventuali trasferimenti di proprietà del veicolo
  • L’attestazione dello stato di rischio
  • Le modalità di denuncia del sinistro
  • Le modalità di gestione delle controversie
  • Le condizioni per l’applicazione di Bonus/Malus

Le ulteriori condizioni del nuovo contratto base RC Auto

Ciò che non si può trascurare oltre quanto già detto, sono le condizioni aggiuntive che l’assicurato ha la possibilità di richiedere, l’ampliamento della copertura e le clausole limitative. Tutte queste ulteriori condizioni possono andare ad incidere sul valore del premio. Non è prevista invece la possibilità di aggiungere clausole che tendano a limitare il risarcimento nel caso in cui l’utente si avvalga di riparatori di fiducia. Ecco l’ultima novità. Spetterà proprio al danneggiato la scelta del riparatore. L’opzione relativa alla scelta è naturalmente fondamentale per il consumatore, data l’importanza sia per ciò che concerne il lato estetico della riparazione, sia il fattore sicurezza, mai sottovalutabile.