La sanzione erogata a tutela dei consumatori

L’Agcom, a tutela dei consumatori, sanziona per 9 milioni complessivi Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb sul tema delle bollette a 28 giorni. Punita la mancata previsione di rimborsi automatici per i consumatori.

Di quanto vengono multati gli operatori di telecomunicazioni?

Gli operatori di telecomunicazioni vengono multati:  3 milioni per Tim; 2,5 milioni per Vodafone; 2 milioni per Wind Tre e 1,5 milioni per Fastweb.

Un excursus sulla vicenda della fatturazione a 28 giorni

Per capire la vicenda occorre tornare indietro al 2015. In quel periodo le offerte ricaricabili per la telefonia mobile passarono da cadenza mensile a 28 giorni ad agosto 2015 da Tim, a novembre 2015 da Wind, a marzo 2016 da Vodafone e ad aprile 2017 da Fastweb.

Agcom interviene a tutela dei consumatori

Agcom interviene a tutela dei consumatori per prima nel marzo 2017, in cui si stabilisce l’obbligatorietà della fatturazione mensile per i servizi sul fisso e ibridi.

La delibera dell’Antitrust

La delibera dell’Antitrust concede 90 giorni per mettersi in regola, passati invano. Seguono delibere e ricorsi. Poi abbiamo anche la legge 172/2017, che obbliga alla fatturazione su base mensile a partire da aprile 2018.

Il Consiglio di Stato

Il Consiglio di Stato lo scorso luglio 2019 chiude il capitolo rimborsi a favore dei consumatori. Dispone, a tutela dei consumatori, meccanismi di restituzione automatica, senza necessità di avanzare richieste.